Casalieri's Blog

Adesso anche il blog !!!

“Noi, mamme e mogli Dramma senza stipendio”


C’erano quasi tutte le 85 dipendenti della “Kappa 2” all’assemblea che avrebbe mortificato ogni speranza di ripensamento da parte dei titolari dell’azienda quarratina che opera nel settore tessile

C’erano quasi tutte le 85 dipendenti della «Kappa 2» all’assemblea che avrebbe mortificato ogni speranza di ripensamento da parte dei titolari dell’azienda quarratina che opera nel settore tessile. Ospitate all’interno dello stabile, postesi in cerchio, molte sedute per terra, le donne hanno ascoltato i sindacalisti con grande attenzione e partecipazione. «Io disoccupata e mio marito a cassa integrazione, dice la signora Tamara, alla Kappa 2 dal 1998 – residente a Sesto Fiorentino – madre di due figli, arrivata in fabbrica con l’ultimo nato ed il passeggino. Non solo. C’è anche il mutuo da pagare, senza il quale non si poteva metter su casa».

Due figli anche per Sabrina (uno lo ha portato con sè), residente a Prato – alle dipendenze dell’azienda dal 1997 – che ancora non riesce a spiegarsi come le cose siano precipitate. «Nell’ultima riunione prima delle ferie fra sindacati e datore di lavoro non era emersa una situazione così drammatica. Il comportamento della proprietà? Non credo sia stato il massimo della correttezza. Inoltre, la notizia della messa in liquidazione dell’azienda l’abbiamo avuta dai giornali, nessuna corrispondenza ci è stata inviata o recapitata: mi creda, leggere il nostro futuro così negativo, fa davvero impressione».

Stessa situazione per Clemence – alla Kappa 2 dal 2000 – pure madre di due figli. «E tanta gente afferma che la crisi sta finendo — dice — lo vengano a dire a noi se hanno il coraggio. Anche nella mia famiglia si dovrà rinunciare ad uno stipendio, con quanto costa la vita oggi è veramente un dramma».

Tre giovani madri, che essendo in maternità dovranno immediatamente attivare la richiesta delle ferie, prima che l’azienda sia liquidata, altrimenti perdono anche quelle: oltre il danno si rischia la beffa. All’ingresso dello stanzone che ospita le lavoranti — sopra la porta di accesso — è ancora visibile un albero di Natale realizzato con del filo verde ed alcune lampadine, forse dimenticato, forse lasciato al proprio posto per renderlo nuovamente luminoso per le prossime festività. Per come sono andate le cose alla Kappa 2, sarà difficile, se non impossibile, che qualcuno si prenda l’incarico di metterlo di nuovo in funzione.
In via della Costaglia, per oltre ottanta famiglie sarà un Natale al buio.

Giancarlo Zampini

Annunci

12 settembre 2009 - Posted by | Articoli, Economia, Lavoro | , , , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: