Casalieri's Blog

Adesso anche il blog !!!

Lavoro nei call center a rischio con il cambio di gestore troppo veloce


Notizia ripresa da Il sole 24 ore

Alcune centinaia di posti di lavoro nei call center sono a rischio dopo la decisione del Consiglio di Stato che a metà settembre ha annullato la sospensiva del Tar del Lazio che aveva a sua volta dichiarato illegittima la delibera dell’Agcom sulla portabilità del numero del telefono cellulare. L’autorità aveva fissato in tre giorni il tempo massimo entro cui i gestori devono soddisfare le richieste di cambio gestore da parte dei clienti. Delibera che, dopo la pronuncia del Consiglio di Stato, ha nuovamente piena efficacia. La conseguenza, come spiegano le aziende del settore, è che i gestori di telefonia non sono più in condizione di “rilanciare” l’offerta, nel tentativo di recuperare il cliente (retemption), attività che Tim e Vodafone svolgono in parte in proprio e in parte in outsourcing. «In tre giorni non è possibile richiamare il cliente per convincerlo a restare ed eventualmente, in caso di insuccesso, assicurarare il cambio di gestore» spiega Andrea Abramo, ad di Abramo Customer Care che con 3mila dipendenti nelle province di Catanzaro, Cosenza e Crotone gestisce diversi call center, tra cui le attività per conto di Tim legate alla portabilità del numero. «Se non ci saranno novità nei prossimi giorni saremo costretti a lasciare a casa 400 persone» spiega Abramo il quale ricorda come il settore abbia già dovuto far fronte all’aumento dei costi derivati dalla regolarizzazione dei lavoratori a progetto. Dopo la decisione del Consiglio di stato, Tim ha sospeso le commesse alla Abramo Customer Care per le attività legate alla number portability. Anche perché, spiega una fonte del settore, la decisione dell’Agcom ha materialmente eliminato l’opzione “ripensamento del cliente” che consentiva – una volta “riconquistato” il cliente in fuga – di bloccare la pratica avviata dal gestore subentrante. La decisione del Consiglio di stato non riguarda ancora il merito della vicenda e potrebbe anche cambiare radicalmente le carte in tavola, ma i segnali non vanno in questa direzione. Cosa chiedono, dunque, le società di customer care all’Agcom? «Chiediamo – spiega Abramo – che fino alla decisione di merito l’Autorità lasci in vigore le norme transitore sulla portabilità applicate dopo la sospensiva del Tar. Ciò ci consentirebbe, per ora, di non licenziare nessuno, in attesa che il Consiglio di stato si pronunci nel merito. Si tratta di qualche mese. Quando la situazione sarà chiara per tutti, per noi e soprattutto per il committente, ogni attore in gioco potrà prendere decisioni definitive». L’Agcom esamina la questione martedì prossimo La pensano diversamente all’Agcom, dove intendono dare «certezze al mercato, evitando aree grigie di regolamentazione». Non manca la sensibilità alla questione occupazionale, particolarmente delicata in una regione come la Calabria, ma – si osserva – dovremo tener conto delle nostre funzioni istituzionali. La vicenda sarà comunque all’ordine del giorno della commissione per le infrastrutture delle reti dell’Agcom in calendario martedì 6 ottobre. Anche perché la Abramo ha sollevato il problema ma non è l’unico soggetto interessato. Oltre alle altre società di customer care, il problema riguarda soprattutto i gestori, Tim e Vodafone in primo luogo, che stanno studiando il taglio delle attività di retemption, chiudendo le commesse alle aziende esterne e trasferendo su altre attività i propri dipendenti che oggi svolgono questo lavoro. (Gi.C.)

Annunci

2 ottobre 2009 - Posted by | Articoli, Economia, Lavoro | , , , , , , , , , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: