Casalieri's Blog

Adesso anche il blog !!!

La straripante rabbia di Phonemedia blocca per ore la Citta’


Catanzaro-L’avevano detto che prima o poi avrebbero bloccato la città e l’hanno fatto. I lavoratori Phonemedia-Omega in centinaia stamattina hanno manifestato per le vie del capoluogo bloccando la viabilità e facendo sentire la loro voce contro una “azienda fantasma più volte inutilmente sollecitata” che non eroga ai dipendenti gli stipendi da oltre tre mesi e contro il silenzio della Regione assente ai tavoli di concertazione.

I dipendenti del call center di Santa Maria erano stati autorizzati a protestare in Piazza Matteotti, ma non si sono fermati davanti a niente e a nessuno, hanno percorso le vie del Centro storico e insieme a loro si sono uniti gli studenti e i Cobas di Roma. Si sono fermati davanti a Palazzo di Vetro gridando”la Provincia si è nascosta”, poi di fretta hanno deviato per Largo Serravalle ,direzione Palazzo Alemanni.”Stiamo arrivando Loiero, il lavoro non si tocca”. Hanno chiesto chiarezza davanti al portone della presidenza della Giunta regionale rimasto chiuso, trasparenza su quegli 11 milioni di euro stanziati per l’avvio dell’attività del call center “finiti chissà dove e nelle tasche di chissà chi”, hanno invocato sostegno e richiamato le istituzioni ad un’assunzione di responsabilità.”Questo anno non votiamo, fuori i soldi” hanno urlato al megafono il loro dramma sociale, ” che non può passare inosservato”, permettendo di insabbiare un caso che loro considerano il frutto di una truffa, hanno chiesto l’intervento della Corte dei Conti. “Appare evidente il grande sperpero di denaro pubblico comunitario hanno incalzato- ed è ancora più palese il fatto che nessuno si sia assunto le proprie responsabilità. Ci chiediamo come sia possibile non considerare fondamentale questa tragedia sociale che coinvolge 2500 lavoratori nella città di Catanzaro 10 mila in tutta Italia, una frode legalizzata , dove ancora nessuno ha pagato se non noi lavoratori e le nostre famiglie”. Anche un gruppo di studenti hanno fatto sentire la loro voce, aderendo alla lotta per la legalità, una battaglia che,secondo loro, deve coinvolgere tutta la cittadinanza per evitare che gli effetti devastanti del sistema in crisi, che oggi colpisce Phonemedia, non debba ripetersi in altre aziende.”Questa lotta è la testimonianza di chi ogni giorno mastica precarietà e sfruttamento, rimanendo passivo davanti alla violazione dei propri diritti. Sentiamo il bisogno-hanno detto- di stringerci a questi lavoratori perchè crediamo che la solidarietà, quella attiva e complice, sia l’unica strada percorribile per rafforzare il nostro potere contro chi sfruttandoci ogni giorno aumenta il proprio profitto con le nostre misere paghe”. Contrabbandano ciò che è un diritto al lavoro in un favore secondo Domenico Teramo dei Cobas di Roma a scapito di persone che lavorano a costo zero.”Queste persone percepiscono la metà di qualsiasi altro operatore che lavori in un’altra azienda di telecomunicazione. E’ una battaglia che si gioca a livello nazionale e in cui sono chiamati a dare rispondere le istituzioni che hanno speso fondi pubblici e le aziende che devono garantire l’occupazione vera in questo territorio” al di là della logica degli appalti che crea stabilizzazione solo per pochi anni e poi tutti a casa, in attesa di un altro appalto che genera altri call center e di nuovo disoccupazione. I lavoratori Phonemedia-Omega hanno saputo che il presidente della Regione era fuori sede e si sono diretti lungo la rotatoria entrando nella galleria che porta al viadotto Bisantis, si sono fermati all’altezza del Benny Hotel bloccando la viabilità in entrata e in uscita e poi sono risaliti per via Alessandro Turco manifestando ancora in Piazza Matteotti. Intanto è partito il toto scommesse: Loiero si presenterà o no all’incontro che a breve fisserà il vice prefetto aggiunto Ferdinando Trombadori?

Annunci

20 gennaio 2010 - Posted by | Articoli, Lavoro | , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: