Casalieri's Blog

Adesso anche il blog !!!

Lutto nel ciclismo: il ct azzurro Ballerini è morto in un rally


Il commissario tecnico della nazionale di ciclismo è morto in un incidente avvenuto in Toscana durante un rally. Aveva 45 anni. La famiglia ha autorizzato l’espianto degli organi. Il pilota dell’auto al cui fianco viaggiava il ct azzurro è in coma. Il presidente del Coni Gianni Petrucci: “Perdo un amico”. Il dolore di Cipollini e Bettini

Roma, 7 febbraio 2010 – Il ct della Nazionale di ciclismo, Franco Ballerini, è morto in un incidente avvenuto in Toscana durante un rally. Ballerini partecipava come navigatore al 10 Rally Ronde di Larciano, in provincia di Pistoia, e affiancava il pilota Alessandro Ciardi su una Renault New Clio della scuderia Alex Group.

Ballerini, 45 anni, era nato a Firenze l’11 dicembre 1964. Dal 2001 era commissario tecnico della nazionale azzurra di ciclismo. Il rally era una passione cominciata a coltivare circa due anni fa con Paolo Bettini, campione mondiale e olimpico di ciclismo. La salma di Ballerini è stata portata all’Ospedale del Ceppo di Pistoia. Il pilota dell’auto al cui fianco viaggiava il ct azzurro è in coma.

Come ct, Ballerini ha vinto quattro ori mondiali ed uno olimpico: ha portato al titolo mondiale Mario Cipollini (2002), Paolo Bettini (2006 e 2007) e Alessandro Ballan (2008). Con Bettini, la Nazionale italiana ha vinto anche l’oro olimpico ai Giochi di Atene 2004. Ballerini aveva intrapreso la carriera di tecnico dopo 15 anni da corridore professionista. Nel suo palmares, inaugurato dal successo nelle Tre Valli Varesine del 1987, hanno avuto un peso speciale i due successi nella Parigi-Roubaix (1995-1998).

AUTORIZZATO L’ESPIANTO DEGLI ORGANI

La famiglia di Franco Ballerini ha autorizzato l’espianto degli organi. Secondo quanto appreso da fonti sanitarie, e’ stato possibile effettuare il prelievo dei tessuti (cute e cornee) ma, per ragioni cliniche, non degli altri organi.

SOSPESI TUTTI I RALLY PER OGGI

Dopo l’incidente la Commissione Sportiva Automobilistica Italiana ritiene opportuna la sospensione di tutti i rally in programma oggi. La CSAI, “nell’esprimere il proprio cordoglio per la scomparsa di Franco Ballerini, Commissario Tecnico della Nazionale Italiana di Ciclismo professionisti, deceduto nel corso della competizione denominata ‘1° Rally Ronde di Larciano’ in Toscana, comunica di aver diffuso la notizia a tutti gli organizzatori di gare automobilistiche sul territorio nazionale, perché ritiene che sia opportuno sospendere ogni attività agonistica prevista nel week end in segno di lutto, affidandosi alla sensibilità dei singoli organizzatori, perchè procedano in tal senso”.

IL PIANTO DI CIPOLLINI

“Sono totalmente incapace di realizzare che Franco è morto. Sto provando una rimozione inconscia della realtà, come se qualche salva-vita potesse riportarlo in vita. Mi vengono in mente i tanti momenti di gioia che abbiamo vissuto insieme e in particolare quel giorno a Zolder, nel 2002, quando con la sua regia costrui’ per me la tattica e la squadra per regalarmi il titolo mondiale”, racconta Mario Cippolini visibilmente commosso.
E continua: “Ogni atleta di alto livello come Franco cerca sempre nuovi stimoli, anche dopo l’attività agonistica, ha bisogno di sentirsi sempre competitivo, cosi’ mi spiegava la sua passione per i rally. Aveva ancora adrenalina – dice Cipollini – e lui la esprimeva, al di la’ dell’ impegno come ct della nazionale, nelle corse automobilistiche”.

BETTINI: PERDO UN FRATELLO

Tra i primi con l’ex ct Alfredo Martini e il corridore Luca Scinto ad arrivare all’ospedale di Prato, Paolo Bettini – si legge dal sito della federazione – piange oggi la prematura scomparsa del commissario tecnico della nazionale italiana di ciclismo Franco Ballerini. “Ho perso un grande amico, anzi un fratello”, ha detto Bettini, che sotto la guida di Ballerini ha vinto un oro olimpico e due mondiali. “Correva la Roubaix senza casco, si buttava in discesa sulle strade delle Dolomiti e non ha mai avuto problemi. Il destino lo ha preso ora in un momento di divertimento in cui coltivava la sua passione per i motori. È stato lui ad avvicinarmi al mondo dei rally. Se c’era una cosa a cui Franco teneva, era la sicurezza. Mai un azzardo”.

CHOC AL CONI, PETRUCCI: UN AMICO

La notizia della morte di Franco Ballerini ha raggiunto il presidente del Coni, Gianni Petrucci, mentre era in partenza per Vancouver, in vista delle Olimpiadi invernali. “Sono sgomento – ha detto – Franco era una persona straordinaria sotto tutti gli aspetti: non era solo un grande ct, era anche un grande amico. E questo non sempre succede tra dirigenti e tecnici. Non solo il mondo del ciclismo, ma tutto lo sport piange ora una grande persona. Di lui ho tanti ricordi, ma un’immagine adesso mi torna incessantemente agli occhi: io che alle Olimpiadi di Atene vengo lanciato in aria da Ballerini dopo la vittoria di Bettini, nel primo giorno di gara dei Giochi”.


E il segretario Raffaele
Pagnozzi aggiunge: “Era una grande e bella persona con una capacita’ tecnica straordinaria. Il giorno prima delle gare era capace di prevedere l’andamento della corsa con un’abilita’ incredibile. Con lui il ciclismo italiano ha ottenuto una serie inavvicinabile di vittorie, nonostante questo e’ rimasto sempre umile. Purtroppo, dopo Castagnetti, e’ un altro grandissimo tecnico che lo sport italiano perde”.

LA FEDERAZIONE “INCREDULA E SGOMENTA”

La federazione italiana ciclismo ha appreso con “incredulità, dolore e sgomento” la “tremenda notizia della morte di Franco Ballerini”, commissario tecnico della nazionale. La federazione conferma che Ballerini ha perso la vita questa mattina mentre era impegnato come navigatore in un rally nella zona di Larciano (Pistoia).
Il presidente Renato Di Rocco, “legato da stima e profonda amicizia al tecnico, che aveva confermato alla guida della nazionale, esprime il grande dolore personale e di tutto il movimento ciclistico per la tragica, immatura scomparsa”.


Franco Ballerini aveva iniziato
l’attività professionistica nel 1986, lasciandola nel 2001, per divenire immediatamente ct. Tra le sue vittorie più belle, restano agli annali le due Parigi-Roubaix del 1995 e 1998.

articolo originale :

http://quotidianonet.ilsole24ore.com/cronaca/2010/02/07/290029-ultim_morto_rally.shtml

Annunci

8 febbraio 2010 - Posted by | Articoli, Sport | , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

2 commenti »

  1. […] Articolo completo fonte:  Lutto nel ciclismo: il ct azzurro Ballerini è morto in un rally … […]

    Pingback di Lutto nel ciclismo: il ct azzurro Ballerini è morto in un rally … | 9 febbraio 2010 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: