Casalieri's Blog

Adesso anche il blog !!!

Call center in crisi un tavolo per sperare

I 36 lavoratori del Florence Business and Work di Terranuova Bracciolini hanno ricevuto prima delle ferie la lettera in cui si annuncia la chiusura

Call center in crisi un tavolo per sperare

Tavolo di crisi per poter sperare che si sia una strada possibile e diversa rispetto alla chiusura del call center di Terranuova Bracciolini (Arezzo), gestito dall’azienda “Florence Business and Work”. Il centro in Valdarno, occupa 36 lavoratori tutti tra i 20 e i 30 anni. Dietro richiesta dei sindacati la Regione Toscana ha deciso di convocare il tavolo per venerdì mattina 7 settembre, l’incontro è fissato presso la segreteria dell’assessore Simoncini. I dipendenti, tutti con contratto a progetto, nel luglio scorso ricevettero una lettera dove la dirigenza li informava che a settembre, per crisi economica, il centro non avrebbe riaperto.
Sindacati e lavoratori ritengono la chiusura “incomprensibile, dal momento che – dicono – le commesse ci sono e garantirebbero lavoro per tutti”.

(03 settembre 2012)

8 settembre 2012 Posted by | Economia, Lavoro | , , , , , , | 1 commento

Pignone/Una pioggia di doni e dolciumi ai bambini della famiglie alluvionate

 

Val di Magra – Val di Vara – Presso la sala consiliare del comune di Pignone sono stati consegnati giocattoli e dolciumi ai bambini della famiglie alluvionate. La bella iniziativa chiude il ciclo di iniziative promosse dalla onlus “Associazione Amici della pediatria La Spezia” con la collaborazione della Associazione No profit “Callfriend” del gruppo Call&Call, a favore dei bambini.
Sono state infatti numerose le iniziative intraprese dalle due associazioni dal mese di novembre ad oggi, tutte a favore dell’infanzia tra le quali: “Babbo Natale e Befana in Corsia”, presso il reparto di Pediatria dell’ospedale della Spezia e non ultimo l’attenzione per i Comuni vittime dell’alluvione.
Con la collaborazione del Sindaco Antonio Pellegrotti sono state individuate le famiglie che effettivamente hanno subito dei danni e soprattutto quei bambini che hanno visto le loro camerette sommerse dal fango. Oltre ai balocchi e ai dolciumi sono stati consegnati pensieri per la scuola elementare di Pignone: macchinine, bambole, e molte riviste “gioca e colora” della Walt Disney donate dall’Associazione CallFriends.
Presenti all’iniziativa per CallFriends, il Presidente del Gruppo Call&Call, Umberto Costamagna e per la Onlus Amici Della Pediatria il Dott. Marco Costa e L’assessore ai servizi Sociali Pasquale Giacomobono, da sempre impegnato per la promozione di iniziative a favore dei bambini e delle persone diversamente abili, come le recenti Special Olympics, svolte nella “Cittadella Dello Sport” del Comune di Follo.
La raccolta dei fondi per l’acquisto dei giocattoli è stata effettuata mediante l’apposizione di alcuni salvadanai presso delle attività della zona. In particolare si ringraziano: il salone di acconciatura ed estetica “Outlet della bellezza” di Ceparana, la farmacie Centrale di Ceparana e di Riomaggiore, la società “Pimpa Staff” che ha organizzato una raccolta durante le serate alla discoteca Jux Tap.
Per il prossimo mese è già in programmazione una festa di carnevale organizzata dall’Associazione Amici della Pediatria, con probabile location nel Salone sottostante il Teatro Civico di La Spezia, il cui eventuale ricavato sarà interamente devoluto per la ristrutturazione del Reparto di Pediatria dell’Ospedale San Andrea, diretto dal Proff. Stefano Parmigiani.
Martedì 24 gennaio 2012 alle 10:31:16

28 giugno 2012 Posted by | Famiglia, Lavoro | , , , , , | Lascia un commento

Accordo tra Comdata e sindacati per l’occupazione

Per dovere di cronaca riporto anche la situazione del nostro concorrente maggiore

L’azienda di call center Comdata ha sottoscritto un accordo con Cgil, Cisl e Uil per mantenere gli attuali livelli occupazionali fino al 2010.

[ZEUS Newswww.zeusnews.com – 17-07-2009]

010701-comdata

Comdata è una delle più grandi aziende italiane di call center, con più di 4.000 addetti. L’azienda lavora in outsourcing per Telecom Italia, Wind, Vodafone e altre grandi imprese.

Comdata ha sottoscritto con Cgil, Cisl e Uil del settore un accordo che prevede la moratoria sui licenziamenti fino al 2010 e il mantenimento di tutti gli attuali siti produttivi, compreso quello di La Spezia che più aveva rischiato, negli scorsi mesi, la chiusura.

In futuro per Comdata l’attenzione sindacale sarà rivolta soprattutto ai progetti di delocalizzazione delle attività di call center all’estero, in Romania e Tunisia.

 

8 settembre 2009 Posted by | Articoli, Lavoro | , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento