Casalieri's Blog

Adesso anche il blog !!!

“La nostra Storia Infinita” testo di Simon Drive musiche Angel Heart!!!!

http://www.youtube.com/watch?v=nGmiLG8XO8Y&feature=player_embedded#!

29 aprile 2010 Posted by | Articoli, Lavoro | , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Call Center: sono senza luce

“Europa, Sicilia, Trapani, primo aprile 2010, sede della Multimedia Planet, ore 15 circa, si ferma tutto!”. E’ la testimonianza di Nino Grignano, lavoratore del call center, disoccupato in attesa di nuovo impiego se non s’inverte la tendenza negativa di questi mesi. Hanno staccato la luce: “Inizia lo shock, che poi tanto shock non è perchè si sapeva benissimo che sarebbe finita così”. Gli occupanti si rivolgono al prefetto Stefano Trotta che tuttavia non sarà disponibile fino all’11 aprile. Le domande affollano la mente degli occupanti. Grignano se ne fa portavoce: “E’ mai possibile che noi siamo senza una lira da più di sei mesi e questi signori non sono ancora in galera? Noi facciamo la fame e questi hanno pure la villa ad Erice con piscina”. Ed ancora: “Aspetteremo senza luce, senz’acqua e al freddo, fino al giorno della partenza per Vibo Valentia, c’è l’udienza contro la Multimedia Planet e la B2B Integrated, dove saremo presenti in 50 grazie al contributo dei consiglieri provinciali ed quelli del Comune di Erice”. Grignano usa un tono polemico nei confronti della Chiesa: “Abbiamo aspettato invano la generosità della Chiesa vicina ai bisognosi, alla quale forse non abbiamo fatto tanta pietà. Bisogna per forza conoscere qualcuno per avere qualcosa? Dobbiamo trovare le amicizie giuste per essere ascoltati”.

articolo originale :

http://www.trapaniok.it/legginotiziaAE.php?id=19294

8 aprile 2010 Posted by | Articoli, Lavoro | , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

CALL CENTER. A Casalnuovo 140 lavoratori senza stipendio e senza Cig fino a maggio

Si preparano ad occupare nuovamente la sede del call center di Casalnuovo i lavoratori lasciati a spasso da Voicity, ex Alba Rental, ex Omnia Network, ex una delle tante scatole cinesi utilizzate dalle aziende per liberarsi di debiti e di lavoratori senza dover rendere conto a nessuno.

Da novembre non percepiscono lo stipendio e, nonostante i sindacati abbiano firmato l’accordo per la cassa integrazione in deroga, ancora non hanno visto il becco di un quattrino. Pare che i soldi per pagare la Cig, infatti, non ci siano e i tempi potrebbero slittare fino a maggio.

“Il problema – spiega Marco Verdolino della Fistel Cisl – è che in Campania sono state così tante le richieste da parte delle aziende di accedere alla cassa integrazione in deroga che i fondi si sono praticamente esauriti e ora c’è da attendere lo sblocco dei fondi governativi destinati alla cassa integrazione per il 2010, per la cui erogazione si attende il decreto ministeriale a doppia firma dei ministri Tremonti e Sacconi a cui spetta di ridistribuire i fondi alle Regioni”.

I sindacati stanno cercando di fare pressing sugli enti locali, ma la realtà è che la politica è molto più concentrata nei pranzi e nelle cene della campagna elettorale che sul destino di questi lavoratori. L’unico spiraglio che resta ancora aperto per loro è la speranza di essere assunti da Almaviva, che pare abbia nelle ultime ore confermato il proprio interesse. E questo nonostante la decisione di Mediaset di non rinnovare più la sua commessa al call center di Casalnuovo.

Bruno Santoro è tra i lavoratori più impegnati nella protesta. “Siamo stati messi in mezzo alla strada da farabutti in giacca e cravatta, senza soldi della cassaintegrazione perchè i fondi sono bloccati, senza possibilità di ricollocazione, perchè Almaviva e Mediaset hanno chiuso l’accordo su Roma”, dice. “Ho chiesto soldi dappertutto, mi sono indebitato fino ad oggi. Ora che devo fare?”

In realtà Santoro, per quello che abbiamo capito, non è il tipo che si arrende. Di sicuro, continuerà a smuovere le acque fino a quando non solo i sindacati ma anche la politica e qualche procura non avrà deciso di andare in fondo alla vicenda Voicity ex Omnia Network, restituendo a queste persone non solo quanto loro dovuto in termini economici, ma anche di rispetto e dignità del lavoro che fino ad oggi hanno svolto e che potrebbero continuare a svolgere.

articolo originale :

http://www.conquistedellavoro.it/cdl/it/Archivio_notizie/2010/Marzo/info1293270411.htm

17 marzo 2010 Posted by | Articoli, Lavoro | , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti