Casalieri's Blog

Adesso anche il blog !!!

Call Center: sono senza luce

“Europa, Sicilia, Trapani, primo aprile 2010, sede della Multimedia Planet, ore 15 circa, si ferma tutto!”. E’ la testimonianza di Nino Grignano, lavoratore del call center, disoccupato in attesa di nuovo impiego se non s’inverte la tendenza negativa di questi mesi. Hanno staccato la luce: “Inizia lo shock, che poi tanto shock non è perchè si sapeva benissimo che sarebbe finita così”. Gli occupanti si rivolgono al prefetto Stefano Trotta che tuttavia non sarà disponibile fino all’11 aprile. Le domande affollano la mente degli occupanti. Grignano se ne fa portavoce: “E’ mai possibile che noi siamo senza una lira da più di sei mesi e questi signori non sono ancora in galera? Noi facciamo la fame e questi hanno pure la villa ad Erice con piscina”. Ed ancora: “Aspetteremo senza luce, senz’acqua e al freddo, fino al giorno della partenza per Vibo Valentia, c’è l’udienza contro la Multimedia Planet e la B2B Integrated, dove saremo presenti in 50 grazie al contributo dei consiglieri provinciali ed quelli del Comune di Erice”. Grignano usa un tono polemico nei confronti della Chiesa: “Abbiamo aspettato invano la generosità della Chiesa vicina ai bisognosi, alla quale forse non abbiamo fatto tanta pietà. Bisogna per forza conoscere qualcuno per avere qualcosa? Dobbiamo trovare le amicizie giuste per essere ascoltati”.

articolo originale :

http://www.trapaniok.it/legginotiziaAE.php?id=19294

8 aprile 2010 Posted by | Articoli, Lavoro | , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Call Center Multimedia Planet, un occupante: “Abbandonati dalla Chiesa”

Salve, sono Livio (il mio nome è di fantasia) e sono uno degli occupanti ilCall Center Multimedia Planet di Via Formica a Trapani.

In questi giorni sta accadendo qualcosa di veramente “strano”. Oramai si parla di noi dappertutto, in città, dal barbiere, per le strade.

Noi stiamo occupando i locali dell’azienda che ci ha assunti e che ci ha letteralmente abbandonati. Siamo circa 90 dipendenti, alcuni di noi vivono oramai qui, consapevoli del fatto che questa protesta sarà lunga e faticosa.

Chissà se Trapani, conosce i motivi che ci hanno portato a questa esasperazione, chissà se i trapanesi sono a conoscenza che non abbiamo più un soldo, chissà se i trapanesi sono a conoscenza che qualcuno ha perso la casa, la macchina, perché da una condizione lavorativa nella assoluta normalità (quando tutto andava bene) siamo passati ad uno stato disastroso.

È la perdita della propria dignità quando si è costretti a 40 anni a rivolgersi ai propri genitori, quando non si ha nemmeno un euro in tasca. Questo ci accade oggi!

Sono usciti vari articoli sulle testate giornalistiche locali. Qualche servizio anche sulle reti televisive provinciali. E anche un paio di approfondimenti in trasmissioni nazionali.

Questa storia è vergognosa, puzza di bruciato… e getta un’ombra inquietante su quella classe imprenditoriale che gioca a far incetta di fondi pubblici al solo scopo di farsi le ville in Svizzera.

Ma vi ho scritto questo messaggio in realtà per la profonda delusione che ho avuto nei confronti della solidarietà della Chiesa, ed in particolare per sua maestosità il Vescovo di Trapani, che ad oggi ècompletamente ASSENTE e vi spiego per filo e per segno cosa abbiamo fatto!

Abbiamo contattato la curia vescovile per avere un dialogo con il Vescovo, informando chi eravamo e cosa stavamo subendo, anche se la cosa ad oggi abbastanza evidente: Siamo finiti in Tv.

A tutt’oggi non abbiamo ricevuto nemmeno una telefonata né da parte del Vescovo, né da parte del segretario, il quale ci ha informati che il Vescovo non può venirci a trovare in sede, ma se vogliamo possiamo fissare un udienza ed eventualmente parlare con lui.

La Chiesa che conosco io e quella che conosciamo noi tutti membri del comitato occupanti, è quella grazia di Dio, la preghiera e la parola che illumina e che rende capaci di diventare solidali.

Anche se tra di noi, c’è chi non sa più cosa significhi un pasto caldo la cosa più brutta a questo mondo è quella di ridursi a fare l’elemosina.

Sicuramente non vogliamo l’elemosina di carità, quella quando arriva viene perchè viene sentita con il cuore!

articolo originale :

http://trapani.blogsicilia.it/2010/01/call-center-multimedia-planet-un-occupante-la-chiesa-ci-ha-abbandonati/

Livio

21 gennaio 2010 Posted by | Articoli, Lavoro | , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento